qbbq

Quanto basta di cucina & altro

Posts Tagged ‘pomodori

Strucolo de spinaze in tavaiol ovvero strudel di spinaci e patate come lo fanno a Trieste, ovvero bollito

with 2 comments

Cucina friulana. Ottimo e non difficile come potrebbe a prima vista apparire (è uno strudel bollito). Impasto degli gnocchi (con l’uovo) steso e ripieno di spinaci e ricotta. Unica accortezza è di farlo della giusta lunghezza in modo che possa sedere abbastanza comodo nella capace pentola in cui dovrà bollire (lo dico al tonto che sono io ovviamente!)
Molto simile a certi pudding inglesi.

Fonti:Quaderno di cucina Triestina, presentato da Fulvia Costantinides, Pillinini Editore, 2000 + The Food of Norther Italy, Anna del Conte + La cucina regionale italiana: Friuli-Venezia Giulia, Mondadori Elects 2008 (il volume fa parte di un’enciclopedia che veviva venduta settimanalmente con Repubblica) Read the rest of this entry »

Written by stefano arturi

18/01/2017 at 22:33

Pomodorini quasi a confit

leave a comment »

 

…ovvero pomodorini cotti a lungo, molto, molto dolcemente e con moltissimo olio e aglio. Fatti intiepidire. Con zucchine verdi e gialle in padella, con olio e cipolla.

Pomodorini a metà.

Moltissimo olio in padella (strato di un paio di cm). Molto aglio a fettine trasparenti (qui la mia ispirazione). Sul fuoco a fiamma dolcissima per una ventina di minuti, in modo che l’olio diventi profumatissimo (ovviamente l’aglio non deve bruciare). Si calano poi i pomodorini, si salano, si mescola bene. Piano, piano, piano si cuoce, ogni tanto voltandoli con una spatola. Più a lungo  meglio è. Non deve diventare una salsa. Meglio tiepidi, con abbondante basilico.Io serviti con zucchine stufate con cipolla, anch’esse a lungo e generosamente condite.

——————————————————-

Aggiornamento: pomodorini a confit, zucchine, ceci:  cucinare i ceci e farli poi insaporire in olio e aglio, aggiungerli alle zucchine già cotte come sopra + pomodorini + scaglie di parmigiano/basilico
.. a light vegetarian supper

 

Written by stefano arturi

07/09/2015 at 22:33

Posted in verdure

Tagged with

Mulinciani ‘mbuttunati/Melanzane abbottonate

with 7 comments

Mulinciani ‘mbuttunati
Un piatto tipico di molto mezzogiorno: melanzane intere la cui pancia viene incisa a mò di asola e imbottita con “bottoni” mangerecci (aglio, erbette profumate e formaggio); poi vengono  stufate in olio (o addirittura fritte) e e ripassate in sugo di pomodoro. In entrambi i casi la presenza e il gusto dell’olio sono parte fondamentale di questo piatto, dove, alla fine, le melanzane diventano così morbide che si possono tagliare con la forchetta. Read the rest of this entry »

Written by stefano arturi

28/08/2015 at 22:33

Posted in libri, verdure

Tagged with , , ,

Una parmigiana di melanzane diversa

with 3 comments

Una_parmigiana_di_melanzane_differente.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Una variazione sul tema che vale la pena conoscere. La ricetta proviene dalla cucina dell’American Academy a Roma, una prestigiosa istituzione culturale statunitense che elargisce soggiorni-borse di studio a Roma ad artisti statunitensi ma che porta avanti anche un interessante progetto gastronomico. Qui il sito e qui un articolo sulle attività gastronomiche dell’accademia.  Da alcuni anni la cucina dell’Accademia è sotto l’ala protettrice di Alice Waters, chef proprietaria del leggendario Chef Panisse (Berkeley, California), ma soprattutto uno dei guru della ristorazione contemporanea, grande sostenitrice della cucina eco-sostenibile, dell’educazione e consapevolezza alimentare  (non a caso è anche vice presidente di Slow Food International). L’ Accademia ha anche prodotto una serie di piccoli libri di cucina (questi) ed è proprio dal libro sulle verdure che proviene questa parmigiana rivisitata. Read the rest of this entry »

Written by stefano arturi

23/08/2015 at 22:33

Posted in libri, verdure

Tagged with , , ,

La baggianata piemontese o ratatuia ossolana

with 3 comments

Direttamente da Anna Gosetti della Salda un’ottima ricetta per dei fagiolini in umido con pomodoro e vino rosso. E’stato proprio quest’ultimo dettaglio a incuriosirmi e spingermi a provare questo piatto. Ottimo. Il piatto e’ cotto a crudo e molto a lungo, molto di più’ di quanto non si potrebbe immaginare all’inizio Read the rest of this entry »

Written by stefano arturi

28/07/2015 at 22:33

Posted in libri, verdure

Tagged with ,

Insalata di melone, rucola e feta e altre insalate con la frutta

with 9 comments

IMG_0766

 

Ho imparato ad apprezzare le insalate estive con la frutta soltanto in questi anni. Per me le regole base sono:

  • abbinare alla frutta (dolce), ingredienti saporiti/salati/aciduli/stuzzicanti, come pomodori non troppo maturi, pecorino, feta, rucola, anelli di cipolla rossa, pancetta croccante (passata a grill), formaggi saporiti/stagionati, affettati, acciughe sott’olio.
  • Non eccedere con la vinaigrette (io recentemente mi sono innamorato dell’aceto ai lamponi e di quello al miele, che penso vadano particolarmente bene con queste insalate di frutta)
  • Aggiungere qualche erbetta profumata come menta e basilico

Queste insalate sono particolarmente belle da vedere se presentate su piatti larghi e bassi, in un solo strato.   Read the rest of this entry »

Written by stefano arturi

08/07/2015 at 22:33

Borlotti freschi stufati con peperoni e patate

leave a comment »

This slideshow requires JavaScript.

Di ispirazione greca, tratta dal sito di Aglaia Kremezi, un’esperta di cucina greca con molti bei libri alle spalle. Avevo adocchiato dai miei verdurai turchi dei borlotti freschi, merce rarissima da queste parti e non mi ero lascito sfuggire l’occasione. Bollirli semplicemente con aglio e rosmarino per poi mangiarli al naturale con olio e pepe nero? Farci una pasta e fagioli estiva, con un mare di basilico e pomodorini? … Imbattutomi in quella  ricetta ho voluto subito provare, con alcune modifiche. Molto buona.   Read the rest of this entry »

Written by stefano arturi

26/06/2015 at 22:33

La Grimaldine di Isolina – un ottimo tian provenzale di pane &…

with 3 comments

Ottimo suggerimento da Isolina, che io definisco tian, essendo il piatto di provenienza provenzale e avendolo io cotto in un coccio da tian. Per la ricetta-idea rimando a Isolina. Qui le mie note-osservazioni:
strabuono, ottimo tiepido. Ho anche provato a riscaldarlo dopo parecchie ore, a forno caldissimo e pur non essendo più al suo meglio, era ancora un gran bel mangiare. Come dice Isolina, un po’ quiche, un po’ pizza
funziona se si usa ottimo pane, meglio se non fresco.
bisogna essere generosi con il composto di latte e uova e il pane deve essere ben zuppo
il riposo per l’ammollo è essenziale
io ho spolverato il pane (imbevuto) di parmigiano, ho aggiunto capperi, pezzetti di acciuga sott’olio, cubetto di formaggio di capra
per il sopra: pomodori a fette, pangrattato e parmigiano
abbondante olio d’oliva
cottura lunga  a forno caldo, ma non eccessivo

___________________________________________________________
Update estate 2015:
il pane deve essere veramente tagliato spesso come nella foto di Isa e raffermo, altrimenti il tutto diventa, una volta cotto, stodgy/pesante

Written by stefano arturi

04/07/2014 at 22:33

Posted in pane, uova, verdure

Tagged with , ,

… sopravvissuto, more or less

with 12 comments

…finito periodaccio (che comunque è anche quello che ci da la pagnotta e quindi ringrazio). Si torna a ritmi più tranquilli. Qui è arrivato l’autunno e inizia a farsi sentire un freschetto gagliardo, il cielo si rifà cangiante, con nuvole che lo cavalcano imperiose. La luce ritorna madreperlacea, tutto inizia ad acquietarsi e a farsi più morbido. Gli ultimi frutti di bosco, un syllabub con shortbread and berries,  una vellutata di piselli e menta che presto sarà abbandonata (troppo primaverile_estiva), gli ultimi ottimi pomodori locali— et alia—-

Written by stefano arturi

09/09/2013 at 22:33

Posted in dolci, Lyme Regis, pane, The Mill cafè

Tagged with

Acqua cotta con patate, rucola e pomodorini

with 2 comments

Una minestra leggera, brodosa, molto buona a temperatura ambiente, piaciuta anche ai nibelunghi locali. Si ispira alla cucina pugliese, ma ha un approccio moderno. Non do quantità perché … non le ho!…vado veramente sempre ad occhio…  Read the rest of this entry »

Written by stefano arturi

24/06/2013 at 22:33

%d bloggers like this: