qbbq

Quanto basta di cucina & altro

Insalata tiepida di cavolfiore arrosto, con pinoli, capperi e uvette

with 14 comments

Nel passato facevo qualche cosa di simile col cavolfiore bollito (al vapore). Questa versione, col cavolfiore arrosto, proviene da Serius Eats e io l’ho soltanto appena rimaneggiata. Ottima da più soddisfazione. Ottima cosa. Della burrata ci starebbe bene assieme, ma sto cercando di limitare prodotti animali (qui in UK non si parla altro che di “veganesimo/riduzione alimenti animali/facciamo qualche cosa per la terra che stiamo distruggendo”)

E’ un bel piatto.

Per tre-quattro porzioni, armatevi di un grosso cavolfiore, tagliatelo a pezzi grossi e il più regolari possibili (ad ottavi). Conditeli con olio, sale e pepe.

Versatele le cimette su una teglia da forno, in un solo strato e spaziandole. Arrostitele a forno caldissimo (250 gradi, il massimo che il mio forno raggiunge), per circa una mezz’ora-quaranta minuti, rivoltandole dopo i primi 15-20 minuti. Devono risultare tenere.

Nel frattempo preparate un condimento con:

pinoli tostati + uvette + capperi, il tutto tritato grossolanamente: a sentimento: per me sono i capperi a dover dominare e io, seguendo la ricette, ne ho usato un paio di cucchiai (25 g pinoli e 20 g uvette)
+ un sospetto di buccia d’arancia o di limone grattugiata

Olio + aceto (di sherry) + marmellata di arance amara, tritata grossolanamente se a pezzettoni (miele, nella versione originale) + una puntina di senape (non prevista nella versione originale)

Condite le cimette con la vinaigrette, il trito e del prezzemolo tritato

Written by stefano arturi

26/01/2020 at 22:33

14 Responses

Subscribe to comments with RSS.

  1. Cibo Delizioso.

    intrepid8

    25/05/2020 at 22:33

  2. Ciao, Stefano, fonte di sempre stimolanti idee in cucina. proprio ieri ho cotto un cavolfiore in un modo abbastanza simile, senza corredarlo di questa tua splendida salsa. Approfittando del fatto che stavo gia’ sbiancando delle patate in acqua salata e una goccia di aceto di mele (le dovevo fare arrosto), dopo averle tolte con il ramaiolo ho dato una scottata anche alle cime di un piccolo cavolfiore (roba breve, forse neanche 5 minuti). Dopo aver scolato anche il cavolfiore, l’ho tamponato bene nella carta da cucina; l’ho condito con un filo d’olio, un pizzico di sale e una spolverata di pangrattato e via in forno, a far compagnia all’arrosto e alle patate. Forno ventilato 195 gradi. Mi e’ piaciuto molto ma, ahimè, ho faticato a digerirlo. Ah, la vecchiaia che avanza!
    Un abbraccio e buona giornata,
    Eu

    eugenia

    27/01/2020 at 22:33

    • buono… non è fra le mie verdure preferite confesso, o meglio, vado a fasi alterne… a meno che sia fritto in pastella oppure al forno col burro e formaggio e besciamella… ma a quel punto tutto è buono.

      stefano arturi

      27/01/2020 at 22:33

      • La penso esattamente come te !

        myhomefoodthatsamore

        28/01/2020 at 22:33

      • Hai ragione! Mia suocera non amava cucinare ed aveva un repertorio gastronomico abbastanza limitato ma come faceva lei il cavolfiore pastellato e fritto…nessuno e rigorosamente solo a Natale! 😉

        eugenia

        28/01/2020 at 22:33

        • tra l’altro qui tu tocchi un punto che qui in uk ha molta rilevanza: un tempo il repertorio della maggior parte delle cuoche di casa era molto limitato, ma in quello eccellevano: ora qui la maggior parte zompa da una ricetta all’altra e alla fine succede che tutti sanno piu o meno suguire una ricetta, ma nessuna sa cucinare veramente

          stefano arturi

          31/01/2020 at 22:33

  3. Buon condimento! Hai mai provato il cavolfiore arrosto lentamente per ~2 ore a 160 gradi? I sapori si concentrano (e ci vorrebbe 1 cavolfiore per ogni 2 persone).

    StefanGourmet

    27/01/2020 at 22:33

    • ciao stefan.. bella idea, mi piace. devo provare: in generale, concordo: la cottura in forno a bassa temperatura e a lungo da ottimi risultati: io faccio spesso le prugne o le pesche in estate

      stefano arturi

      27/01/2020 at 22:33

  4. Buon anno nuovo ! E sì, l’ottimo Ottolenghi ha infiltrato il mondo con le sue ricette che scoppiano di sapori. Cavolfiore di qua e di là. Purtroppo la sua lista della spesa/ingredienti è talmente lunga che dopo un po’ … “nun je la posso fa'” come si dice a Roma. La tua invece mi sembra davvero buona, grazie, e senza troppi ‘fronzoli’ ah ah ah. Victor Hazan dice di amare il cavolfiore semplicemente lessato, con un po’ di olio e aceto. A me il cavolfiore non fa impazzire … sicché … la tua ricetta è un ottimo ‘rimedio’. Quanto al mondo vegetale e la tutela della terra attraverso la scelta della nostra alimentazione … mi permetto di mettere qui un link per un post che ho scritto in merito. Puoi sempre non pubblicarlo se vuoi. Evviva la burrata.
    Evviva il buon senso. Evviva la gentilezza. Nei riguardi degli animali, anche quegli animali che si chiamano ‘umani’, e della terra.
    https://frascaticookingthatsamore.wordpress.com/2020/01/13/squash-soup-and-veggie-frenzie/

    myhomefoodthatsamore

    26/01/2020 at 22:33

    • Ciao Jo, che strano leggerti in italiano, LOL.

      StefanGourmet

      27/01/2020 at 22:33

    • io e il cavolfiore siamo amici a fasi alterne, a meno che sia fritto oppure al forno, con besciamella e formaggio 🙂
      ottolenghi: I know what u mean. io ho alcuni suoi libri ma ci ho cucinato molto raramente; abito vicino ad uno dei suoi negozi: bellissimi e le torte buone.
      grazie per il link poi vado a leggere
      ciao Jo

      stefano arturi

      27/01/2020 at 22:33


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d bloggers like this: