qbbq

Quanto basta di cucina & altro

Posts Tagged ‘pasta frolla

Un timballo con ragù di maiale speziato e intingolo di fegatini 2 – la ricetta

with 3 comments

Work in progress. Appunti. Rileggi note precedenti. Soprattutto osservazioni sulla pasta. Ripieno molto buono e non necessita modifiche.
Servito caldo molto, molto meglio (dopo riposo di 30 minuti fuori dal forno ovviamente)
Aggiornamento: leggi anche aggiornamento n 3

Read the rest of this entry »

Written by stefano arturi

21/09/2015 at 22:33

Posted in carne, pasta

Tagged with , , ,

Murbëteig ovvero una crostata tedesca ripiena di frutta

with 4 comments

 

Una pasta frolla burrosa ma non eccessivamente e poco dolce, frutta fresca come ripieno. Fatta molte volte durante l’estate, con frutta diversa: lasciata macerare con limone e zucchero o cotta brevemente “a composta” (ciliegie) o affettata finemente e disposta al naturale.
Leggermente modificata da  Classic Home Desserts di Richard Sax, ricetta tradizionale tedesca di fine Ottocento. Dello stesso autore avevo già fatto quest’ottima torta di meleRead the rest of this entry »

Written by stefano arturi

20/09/2015 at 22:33

Posted in cucina veloce, dolci, libri

Tagged with , ,

Un timballo con ragù di maiale speziato e intingolo di fegatini – 1

with 11 comments

appunti per non perdere il filo, per chiarirmi il pensiero

Trattasi di timballo di pasta in crosta. Ovviamente (in quanto il più facile) il punto di partenza è la descrizione del sontuoso timballo del Principe di Salina, nel Il Gattopardo di Tomasi di Lampedusa:

“…L’oro brunito dell’involucro, la fraganza di zucchero e di cannella che ne emanava, non era che il preludio della sensazione di delizia che si sprigionava dall’interno quando il coltello squarciava la crosta: ne erompeva dapprima un fumo carico di aromi e si scorgevano poi i fegatini di pollo, le ovette dure, le sfilettature di prosciutto, di pollo e di tartufi nella massa untuosa, caldissima dei maccheroni corti, cui l’estratto di carne conferiva un prezioso color camoscio.”

Contemporaneamente lettura e riflessioni:

delle due ricette artusiane: il timballo di piccioni (ricetta 279) e il pasticcio di maccheroni (ricetta 349).

di Vincenzo Corrado (Il Cuoco Galante, 1773): capitolo sui timballi e sartù (Trattato XI, delli Timballi, e Sortù, p 162 e seguenti)

di Ippolito Cavalcanti (Cucina Teorico Pratica ecc…edizione del 1837, capitolo IV Delle Zuppe, e Menestre, p 38 e seguenti)

(sia Corrado sia Cavalcanti sono libri bellissimi e di grande modernità in moltissime loro ricette)

Poi mi sono letto per bene: i timballi di Artemisia, la ricetta di Anna Pomar (che ho trovato tradotta in questo ottimo libro) e quella di Fiammetta Di Napoli Alliata Oliver, tutti i miei libri di cucina sicula (fra cui quelli delle Lanza Tasca madre e figlia) , con excursus in quelli di cucina napoletana, Francesconi in primis…., poi mi sono seduto, ho elaborato una mia idea e ho cucinato…

Mi sono concentrato sui timballi meridionali, chiamati anche timpani. Ci sarebbe poi tutta una parte più nordica di pasticci e sformati (pasticcio di anolini)(adocchiato splendore in The Splendid Table, un pasticcio di tortellini arricchito da una crema alla cannella!!)

Read the rest of this entry »

Written by stefano arturi

02/09/2015 at 22:33

Crostata di ciliegie/cherry tart/tarte aux cerises

with 10 comments

This slideshow requires JavaScript.

Avevo adocchiato quest’ottima crostata di ciliegie vent’anni fa: lo so perche’ ho ancora il ritaglio di giornale da cui proviene (giurassica epoca pre-internet, pre-pinterest, in cui ci si creava le proprie raccolte di ricetta a furia di ritagli e (pessima, la mia) catalogazione). Era la famosa cherry tart in vendita da Marks and Spencer, eccellente supermercato inglese le cui “cose pronte” erano/sono spesso, assieme a quelle di Waitrose, molto buone. In particolare questa cherry tart aveva vinto il premio come miglior prodotto da supermercato del 1995.  A distanza di anni me la sono ora rifatta tre volte nell’arco di un mese!, usando cileigie surgelate snocciolate, convenienti quanto a prezzo e  immediatezza d’uso. Qui l’articolo originale, ma illustro brevemente le caratteristiche della ricetta. Read the rest of this entry »

Written by stefano arturi

23/06/2015 at 22:33

Posted in dolci, frutta

Tagged with , ,

Una frolla friabilissima, inusuale e a prova di incapaci

with 7 comments

 

Riporto questa ricetta perche’ penso che sia veramente molto valida, se vi piace la pasta frolla friabile. E’ una ricetta inusuale in quanto va contro le regole di base del “come si fa la frolla”, nel senso che qui l’impasto e’ lavorato a caldo e viene utilizzato il burro fuso (di fatto questa pasta e’ cugina di quella utilizzata per le pie inglesi/hot water pastry, anch’essa ottima e facilissima). Non ci sono periodi di riposo in frigo, non viene stesa col matterello ma schiacciata direttamente in teglia, viene cotta in bianco “senza fagioli”,. Il risultato e’ una frolla friabilissima e veramente a prova di incapace. Funziona molto bene come base per una crostata di mele alla francese ma anche come guscio per accomodare una ganache al cioccolato e voglio ora provarla con della ricotta (sto lavorando/divertendomi da settimane con la torta bianca di ricotta di Artusi). Non funziona con ripieni liquidi, data la sua fragilita’. Read the rest of this entry »

Written by stefano arturi

26/01/2015 at 22:33

Posted in dolci

Tagged with , ,

Una crostata di mandorle facile facile – a simple almond tart

with 14 comments

Sto facendo ordine nel computer, cercando di catalogare le ricette che si sono accumulate senza ordine in questi ultimi mesi, in modo da potere creare una parvenza di libro di cucina per la prossima stagione.
Ho ritrovato questa ricetta che ha avuto molto successo: dentro e fuori la cucina. Read the rest of this entry »

Written by stefano arturi

10/01/2013 at 22:33

Una ottima pasta brisè + i colori di Lyme

with 8 comments

This slideshow requires JavaScript.

Giornate di luce spaziale, al mattino ma soprattutto al tramonto. Nulla c’entra con le foto, ma abbiamo finalmente trovato una pasta brisè facile e che da risultati spettacolosi: una pasta veramente flaky, come dicono da queste parti, che sembra quasi una mezza/falsa sfoglia… da provare assolutamente + caldissimamente raccomando. Read the rest of this entry »

Written by stefano arturi

15/11/2012 at 22:33

Scones – repetita iuvant

with 12 comments

“Non so cucinare”.
“Mi piace cucinare, ma mi annoio a fare sempre le stesse cose”.

Generalmente queste due posizioni si traducono in = non cucino mai/non cucino mai la stessa cosa. Errore fondamentale: la cucina è al 75 per cento ripetizione. Se fai un soufflé ogni giorno per una settimana (e studi), alla fine diventi un mago del soufflé. Tutti sanno cucinare. Tutti possono cucinare. Repetita iuvant. Read the rest of this entry »

Written by stefano arturi

04/03/2012 at 22:33

Posted in cucina veloce, dolci

Tagged with ,

Soul cakes, i biscotti per le anime dei defunti

with 9 comments

Soul cakes

Soul cakes

Durante l’arco della giornata il cielo cambia spesso e improvvisamente qui a Londra. Stamattina era plumbeo e incombente,  poi e’spuntato il sole e si e’ fatto piu’ leggero,  poi e’ tornato grigio e severo.
Ora, alle cinque di pomeriggio, e’ quasi sbarazzino: bluette e viola, con nuvolette che passano leggere a velare temporaneamente uno spicchio di luna,  ancora un po’ titubante,
Questi cieli del nord parlano un’ altra lingua rispetto ai nostri. Meno rigida e fissa: nuvole, sole, pioggerellina nello stesso giorno. Read the rest of this entry »

Written by stefano arturi

31/10/2011 at 22:33

Posted in dolci, libri

Tagged with , ,

La crostata e i biscotti da Artusi

with 6 comments

La crostata impacchettata

Il 30 marzo di 100 anni fa moriva Pellegrino Artusi. Mi ero anche segnato la data sulla mia lavagna di casa, ma poi… Read the rest of this entry »

Written by stefano arturi

03/04/2011 at 22:33

Posted in dolci, libri

Tagged with , , ,

%d bloggers like this: