qbbq

Quanto basta di cucina & altro

Archive for the ‘The Mill cafè’ Category

Che fatica ricominciare + english taste

with 7 comments

.. confesso…poca voglia, forse paura, di rimettermi a ritmo più serio sia a cucinare/lavorare sia a scribacchiare…speriamo che passi… intanto vi passo questa chicca che penso vi farà sorridere.
Della serie: ma cosa vuoi dirgli….
due clienti settimana scorsa ci hanno ordinato:
crab sandwich
cioccolata
patatine

— le patatine non le facciamo.. il resto.. sorridi/imprechi/abbozzi/stabuzzi/fantozzi… e.. .servi.. crab e cioccolata…
🙂

Written by stefano arturi

25/02/2014 at 22:33

La prima cosa del 2014 – finalmente cucino – cavolo, pancetta, castagne, porcini

with 5 comments

Oggi giovedi’ 2 gennaio 2014, ho cucinato per la prima volta in settimane e settimane. Al diavolo il menù di dicembre_natale del ristorante, al diavolo la portata vegetariana che è diventata un incubo (parmigiana: mai più!), al diavolo kg e kg di brasato e verza, al diavolo litri e litri di gelato al caffè con praline. Oggi per la prima volta in settimane mi sono rimesso a giocare in cucina,   Read the rest of this entry »

Written by stefano arturi

02/01/2014 at 22:33

Verze sofegae, patate e gruviera – una cena degli avanzi

with 14 comments

In queste settimane mi ritrovo spesso le verze sofegae in frigorifero: sono nel nostro menù di dicembre/natale e accompagnano il brasato alla lombarda (ovvero condito con le spezie tipiche della cucina lombarda, la noce moscata, i chiodi di garofano, il pepe nero e la cannella). Una concessione al palato locale: l’inglese se non ha nel piatto, con la carne, una qualche verdura, sclera e io non me la sentivo di fare kg e kg di purè di patate. L’accostamento brasato & verza stracotta non è male, ma neanche il migliore. Io per me il brasato (piatto che già di per se comunque a me non fa impazzire) lo concepisco solo con la polenta (ma qui in locis barbaris la polenta proprio non funziona, da qui la possibile sopra-menzionata opzione, poi cassata, del purè di patate). Cucino pertanto da settimane quantità immani di verze sofegae e quelle che avanzano spesso finiscono nella mia pancia. Read the rest of this entry »

Written by stefano arturi

18/12/2013 at 22:33

Pollo in umido con cavolo rosso

with 15 comments

Molto raramente cuciniamo il pollo al Caffè: non sopporto rosolarlo, col grasso che schizza da tutte le parti, procedura tipica di molte ricette. Tra l’altro pensavo: ma questa fase iniziale è proprio necessaria, dato che poi la pelle viene poi generalmente buttata, risultando alla fine, negli umidi, tutta molliccia?? (e infatti Simon Hopkinson nel suo pollo al vino rosso/coque au vin, il pollo lo rosola dolcemente SENZA pelle – da provare).
Quando ho avvistato questa ricetta che non richiede rosolatura iniziale mi ci sono tuffato. Read the rest of this entry »

Written by stefano arturi

12/11/2013 at 22:33

Hummus di barbabietola e noci (bi tahina)

with 6 comments

… che poi in realtà non è affatto un hummus, dato che di ceci neanche l’ombra, mentre “hummus” significa invece proprio “ceci”. Read the rest of this entry »

Written by stefano arturi

30/10/2013 at 22:33

Torta di cioccolato, nocciole e mascarpone

with 23 comments

IMG_0022

Strano che non abbia mai pensato di condividere questa torta che è con noi al caffè dal primo giorno (assieme a quella ciambella dietro, la citrus-almond pound cake di Mark Bitmann_food writer del New York Times) ), che è buonissima, facilissima e che veramente non può non piacere (a meno che proprio non si ami il cioccolato). Read the rest of this entry »

Written by stefano arturi

21/10/2013 at 22:33

Posted in dolci, Lyme Regis, The Mill cafè

Tagged with , ,

L’importanza di trovare quello che ami fare – darina allen

with 16 comments

Nell’ambito della gastronomia, in senso molto lato, qui in UK, in Irlanda e negli Stati Uniti, il cognome Allen significa innanzitutto: Myrtle Allen, il nume tutelare della cucina irlandese contemporanea. Io ho avuto la grande fortuna di intervistarla molti anni fa per Cucina Italiana: fui ospitato per un week-end a Ballymaloe, dove mangiai benissimo e …imparai a fare il pane di soda: Myrtle Allen si rimboccò le maniche e mi fece vedere seduta stante come si fa il loro classico pane.    Read the rest of this entry »

Written by stefano arturi

15/10/2013 at 22:33

Un’altra ottima torta di mele – Bolzano Apple Cake

with 13 comments

Un’ altra torta di mele memorabile: la Bolzano Apple cake, dello chef Scott Carsberg. Di fatto è una semplice pastella dolce, fortemente aromatizzata alla vaniglia, mescolata ad una quantità imbarazzante di mele affettate al velo con la mandolina. I l tutto cotto molto a lungo. Alla fine il sopra è quasi caramellato e il dentro.. una specie di composta-crema-torta di mele.. Da provare. Read the rest of this entry »

Written by stefano arturi

13/10/2013 at 22:33

Posted in dolci, frutta, Lyme Regis, The Mill cafè

Tagged with ,

Un’ottima crostata di prugne (et alia from Lyme – where else?)

with 19 comments

This slideshow requires JavaScript.

Dopo due fallimenti (altre ricette, alter idee) siamo finalmente atterrati su una buona idea per una crostata di prugne in cui la frutta sia protagonista, che non abbia l’orrido fondo umidiccio e che sia facile.
La particolarità di questa crostata è che si usa una brisè ad altissimo contenuto di burro e che non ha alcun liquido come elemento legante: burro e farina, stop. Ne risulta una brisè molto friabile, asciutta ma morbida. La ricette proviene da un grande libro di cucina: The Zuni Café Cookbook, già ampliamente citato in questo blog. Ovviamente non è dissimile da questa, ma mi sembrava utile segnalare questa brisè inusuale. Read the rest of this entry »

Written by stefano arturi

16/09/2013 at 22:33

Posted in dolci, frutta, Lyme Regis, The Mill cafè

Tagged with ,

… sopravvissuto, more or less

with 12 comments

…finito periodaccio (che comunque è anche quello che ci da la pagnotta e quindi ringrazio). Si torna a ritmi più tranquilli. Qui è arrivato l’autunno e inizia a farsi sentire un freschetto gagliardo, il cielo si rifà cangiante, con nuvole che lo cavalcano imperiose. La luce ritorna madreperlacea, tutto inizia ad acquietarsi e a farsi più morbido. Gli ultimi frutti di bosco, un syllabub con shortbread and berries,  una vellutata di piselli e menta che presto sarà abbandonata (troppo primaverile_estiva), gli ultimi ottimi pomodori locali— et alia—-

Written by stefano arturi

09/09/2013 at 22:33

Posted in dolci, Lyme Regis, pane, The Mill cafè

Tagged with

%d bloggers like this: