qbbq

Quanto basta di cucina & altro

verdure brasate

with 6 comments

IMG_3182_opt

verdure brasate, un po’ minestra un po’ spezzatino di verdure + pane casareccio accompagnamento ideale. deve risultare leggermente brodoso e per nulla asciutto.
Ovviamente siamo dalle parti delle varie acquedotto, che si prestano a mille variazioni. Cucina leggera + nulla è soffritto + il tutto è delicato

un dito d’acqua + splash white dry vermouth o vino bianco +
aglio e cipolla bianca a fettine + una dondolata di pancetta se si vuole timo non ci starebbe male, aneto, dragoncello, alloro fresco). Portare a bollore, sobbollire piano per una decina di minuti, dopo aver salato. Questa è la base aromatica

Aggiungere le verdure a seconda del loro tempo di cottura/le verdure a tocchetti, ma non troppo piccoli: questa non vuole essere è una minestra-zuppa ma uno spezzatino di verdure, che necessita di cucchiaio sì ma anche di forchetta

carote
cavoletti di bruxelles
finocchi
porri
fave o piselli surgelati
salare leggermente ogni volta (poco, mi raccomando) + un sospetto di zucchero

coprire e scoprire
quando le verdure più tenaci sono tenere ma non stracotte, spegnere e aggiungere, se si vuole, dei pomodorini a quarti o dei pomodori pelati e fatti a cubetti. Fare riposare per una decina di minuti. Servire con una benedizione di olio e/o una spolverata di formaggio

in questa versione ho aggiunto: dragoncello e nocciole di una specie di ricotta filamentosa frutto di un esperimento non riuscito (sembrava di fatto mozzarella)

Osservazioni
Mi ricordo anni fa di aver spesso preparato una acquacotta con finocchi e ricotta, da una ricetta del River Cafe, ottima: brodo leggero leggero a base di barbe di finocchio, aneto, crosta di parmigiano, sospetto ‘d aglio e spruzzo di vermouth + finocchi + alla fine su pane tostato + ricotta ancora tiepida qua e la

 

 

Advertisements

Written by stefano arturi

21/03/2017 at 22:33

Posted in cucina veloce, verdure

Tagged with , , ,

6 Responses

Subscribe to comments with RSS.

  1. Ciao Stefano! Molto divertente acquedotto al posto di acwuecotte all’inizio 🙂 bella ricetta, primaverile

    giulia pignatelli

    22/03/2017 at 22:33

  2. Mi piace imparare nuove ricette da te, come questa acquacotta. Mi piace anche come hai scritto la ricetta: un sospetto di zucchero. Dunque interessante e divertente, grazie!

    StefanGourmet

    21/03/2017 at 22:33

    • ciao stefan e grazie! sai che in Italiano si usano spesso espressioni come: un sospetto di qualche cosa, un’ombra di qchecosa, e senti questa: un nonnulla di qualche cosa: meaning a littlenothing of .. salt, for instance….
      le acque cotte sono cose molto molto buone. se ti interessa la cucina italiana tradizionale e di famiglia, ti consiglio anche, dato che capisci italiano: queste due chicche:

      http://aaaaccademiaaffamatiaffannati.blogspot.co.uk
      http://labelleauberge.blogspot.co.uk
      veramente molto validi

      ciao e a presto

      stefano

      21/03/2017 at 22:33

      • Grazie per i due link, molto apprezzato perché vorrei sempre trovare nuove ricette tradizionali.
        In italiano scritto non avevo mai visto prima sospetto/ombra/nonnulla di qualche cosa. Purtroppo non parlo e sento l’italiano cosi’ spesso che lo leggo e scrivo.

        StefanGourmet

        21/03/2017 at 22:33


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: