qbbq

Quanto basta di cucina & altro

Paparot – spinaci e polenta (cucina Friulana)

with 5 comments

Paparot (minestra spinaci e polenta)

Paparot (minestra spinaci e polenta)

Cucina friulana Un altro piatto base: confort food. Spinaci (un tempo erbe selvatiche e altre erbe – suppongo quel che la conoscenza popolare trovava in giro), bolliti, tritati, ripassati in padella con lardo pestato (o pancetta pestata o salsiccia sminuzzata), aglio, a cui si aggiungono poi farina di mais mischiata a farina bianca, acqua (o brodo). Si porta a bollore, rimestando. Ne esistono diverse versioni ma le sacre bibbie del cucinar nostro più o meno concordano. Io ho preparato sia come minestra sia come piatto unico, riducendo il liquido (come in foto).  In questo caso: spolverata di parmigiano o di montaggio stagionato, ad averlo

Anna Gosetti della Salda: 1 kg di spinaci, al vapore e tritati. Soffritto: 70 g di grasso (lardo, burro, pancetta pestata, salsiccia spellata e sminuzzata) +  2 spicchi d’aglio, che si elimina una volta dorato. Si ripassano gli spinaci e si insaporiscono (gli si fa tirar l’unto, in linguaggio artesiano) + 140 g farina di mais & 80 g farina bianca + 2 lt di brodo (o acqua). Si porta a cottura.

La versione del Cucchiaio d’Argento usa solo farina di polenta

 

Pa-pa-rot… esiste piatto con nome più simpatico? — auguri a tutti ovviamente.

Advertisements

Written by stefano arturi

20/12/2016 at 22:33

Posted in verdure

Tagged with , , , ,

5 Responses

Subscribe to comments with RSS.

  1. […] soluzione per una cena invernale, la ricetta originale è questa (anche la foto è dell’autore), dato il periodo post natalizio ne ho sperimentata una versione […]

  2. Nel dialetto abruzzese “paparozz” indica una preparazione simile, anche se non ne conosco la ricetta. Questa mi pare perfetta per gennaio. La faccio! Buone feste anche a te

    borghis68

    21/12/2016 at 22:33

  3. Quello che mi piace della cucina regionale che ha origini nel passato e’ che si prendeva quello che l’avara dispensa o i campi o l’orto domestico potevano offrire, si mescolava con sapienza atavica e se ne ricava sempre un piatto che riempiva la pancia e confortava l’animo. Qualcosa del genere deve esistere anche nella cucina lariana ma in questo momento non mi sovviene. faro’ ricerche…
    Un saluto a te e a Giuliana!

    eugenia

    21/12/2016 at 22:33

  4. paparot, ovvero un pasticcio, in lingua friulana, un miscuglio di cose che alla fine non si capisce del tutto cosa c’è dentro.. grazie Stefano, per raccontare la mia terra. E son contenta di averti ritrovato dopo i tempi di Cucina Italiana, quasi 20 anni fa… un caro saluto. Giuliana Fabris

    Giuliana

    20/12/2016 at 22:33

    • ciao giuliana e grazie….forse sbaglio, ma ho l’impressione che la cucina friulana sia una di quelle veramente poco conosciute (qui poi in UK, figurati….), eppure ha molti aspetti veramente affascinanti sopratutto quella di confine. non ho molti testi di riferimento, se ne hai mi passi i titoli per favore (se non erro esiste un classicone sulla cucina triestina)…. + sto leggendo a pezzi il tuo blog (che già conoscevo, forse ci ero arrivato su suggerimento di eugenia de la belle auberge o di claudia cadoni tempo fa….): molto bello, e lo dico in modo sincero (ho appena letto il post sul pane dei morti)(sto anche cercando di capire se mi posso iscrivere in modo da avere notifiche dei tuoi post, ma non vedo: o sbaglio)….
      + cucinait…..mamma mia.. quante discussioni creative!… proprio ieri stavo sfogliando il librino sulla cucina regionale che la signora paesano aveva preparato con aiuto di noi lettori: quale era la tua ricetta? quella friulana?…..
      grazie ancora e spero a presto, ciao, stefano (ps ho lascito dei commenti sul tuo blog, ad ora non li vedo/spero che siano solamente in moderazione, altrimenti scrivo ancora: uno era a proposito dei pudding inglesi…) ciao s

      stefano arturi

      21/12/2016 at 22:33


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: