qbbq

Quanto basta di cucina & altro

Sgombro sott’olio fatto in casa (e un’insalata)

with 2 comments

Non amo il tonno in lattina/in barattolo: non ho mai assaggiato un tonno conservato che non risultasse asciutto e stopposo. Inoltre ci sono i soliti problemi di sostenibilità, mangiare etico, tonno sta scomparendo ecc... Eccezionalmente mi regalo una fetta di tonno fresco, da arrostire, ma mi fermo a quello.
Altra cosa invece lo sgombro che, dopo gli allarmi di qualche anno fa, sembra ora aver riguadagnato lo status di “pesce ok“, quanto a eco-sostenibilità. Anche lo sgombro conservato in lattina o sotto-vetro  non è che sia il massimo, ma farselo in casa è facilissimo. Me ne sono ricordato sfogliando questo libro e mi sono dato da fare, riguardando anche le mie note di cucina.

Sgombro sott’olio fatto in casa
sgombri freschissimi, sfilettati , salati leggermente
olio extra vergine di oliva e olio di arachidi (metà e metà)
alloro, aglio, grani di pepe nero

Collocare gli sgombri in una padella, vicini vicini. Coprirli interamente con l’olio. Aggiungere gli aromi, rirordando che alla fine non devono prevaricare. Cuocere a fiamma debolissima. Quando si avvistano le prime bollicine a bordo pentola, spegnere e fare raffreddare. Lo sgombro può essere consumato subito o riposto in frigo, dove io l’ho conservato fino a quattro giorni.

In particolare, quella della foto è un’insalata di: patate, fagiolini, cipolle rosse sott’aceto, capperi e sgombro

Le patate sono state bollite in acqua molto, molto salata, quasi una salamoia. I fagiolini sono stati bolliti in abbondante acqua salata e conditi da caldi con olio.
Le cipolle sono state ottenuto facendo riposare per molte ore anelli di cipolla rossa in un mix di acqua e aceto (50% ciascuno), grandi di pepe nero, alloro e un pizzico di zucchero

Ovviamente lo stesso procedimento per: palamite, sardine, aringhe

Written by stefano arturi

26/07/2016 at 22:33

2 Responses

Subscribe to comments with RSS.

  1. Bella idea. Io non amo il pesce azzurro, proprio non riesco a farmelo piacere nonostante le sue innegabili virtù, ma prenderò spunto da tutto il resto😉

    Eugenia

    29/07/2016 at 22:33

  2. Grazie del suggerimento Stefano, buona giornata🙂

    giulia pignatelli

    27/07/2016 at 22:33


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: