qbbq

Quanto basta di cucina & altro

Bibite dissetanti per quando fa caldo

with 2 comments

Qui non fa caldo ovviamente, o meglio non fa quel caldo che molto probabilmente si sta soffrendo ora in Italia. Detto ciò, anche qui in certe giornate fa piacere bere qualche cosa di fresco e dissetante. Un mesetto abbondante fa mi sono preparato un cordiale ai fiori di sambuco,  veramente ottimo.  Delle molte versioni osservate, questa mi ha colpito per il fatto che i fiori vengono lasciati in ammollo nello sciroppo di acqua e zucchero (et alia) per molti giorni, il che (forse, ?) contribuisce a un aroma e gusto veramente persistenti.Ovviamente ora il sambuco non c’è più, ma segnatevi questa ricetta per l’anno prossimo, presa qui da qui e modificata:

Elderflower Cordial

200g fiori sambuco, sciacquati delicatamente
3 limoni, lavati e affettati finemente
2 arance, avati e affettati finemente
8g acido citrico, 2 cucchiaini scarsi (non essenziale a dire la verità: dovrebbe servire a conservarlo più a lungo, ma allo stesso tempo mi chiedo se con tutto quello zucchero faccia veramente differenza)
1 kg di zucchero
1.5 lt acqua bollente

Semplicissimo: in una ampia ciotola versare tutti gli ingredienti e mescolare fino a che lo zucchero sia sciolto. Coprire con canovaccio e fare riposare per cinque giorni, mescolando ogni tanto e schiacciando il tutto con le mani. Filtrare e imbottigliare in bottiglie sterilizzate.  Conservare in frigo, avendo l’accortezza di svitare i tappi ogni tanto,  dato che potrebbe crearsi della pressione all’interno delle bottiglie (a me è capitato una bottiglia su tre).
Diluire in acqua ghiacciata, aggiungendo fette di limone o succo di limone (perchè comunque rimane dolce, nonostante abbia diminuito la quantità di zucchero dalla versione originale).

Altre bevande dissetanti

Inoltre mi sono anche organizzato con questo ottimo sciroppo al vino rosso, di derivazione mediorientale, al quale quest’anno ho anche aggiunto, alla fine e lontano dal fuoco, del succo di arancia. Non mi sono invece ancora preparato alcuna di queste due limonate: questa limonata vittoriana, a base di latte e vino bianco e questa con limoni interi, moderna e abbastanza aspra.
Ora, però mi appresto a preparare una piccola dose di limoncello veloce, da Dario Bressanini.

 

 

Written by stefano arturi

11/07/2016 at 22:33

Posted in bere, frutta

Tagged with ,

2 Responses

Subscribe to comments with RSS.

  1. Poi l’hai preparata la limonata vittoriana? Sono curiosissimo🙂

    b13ne

    13/08/2016 at 22:33

    • ciao Bruno, no per ora la limonata vittoriana non è stata riprovata (ma assicuro che buonissima: l’ho preparata più volte in passato). quest’anno ci siamo lanciati sul cordiale al sambuco, sullo sciroppo al vino e da poco stiamo sbevazzando Pimm’s ….

      stefano arturi

      13/08/2016 at 22:33


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: