qbbq

Quanto basta di cucina & altro

Polpettine greche di carote e feta – keftedes di carota

with 5 comments

Ottima cosa vegetariana, molto saporita e gustosa, da questo bel libro sulla cucina greca. Al posto della carne vengono usate carote arrostite in forno e una generosa quantità di feta per contrastarne la dolcezza.Buone sia calde sia fredde.

Polpettine greche di carote e feta (riporto verbatim la ricetta), da Smashing Plates, di Maria Elia

Per circa 16 polpettine
350g carote, pelate ma lasciate intere
2 cucchiai d’olio
1 piccola cipolla, grattugiata
150g feta, sbriciolata
50 g pangrattato fresco (fatto cioè al momento)
1 cucchiaino di cannella
2 cucchiaini di menta secca
50g Parmigiano grattugiato
15g prezzemolo tritato
1 uovo, sbattuto
sale, pepe, olio

Scaldare il forno a 200 gradi. Arrostire le carote, dopo averle condite con un po’ d’olio. Ci vorranno circa 30-40 minuti, girandole a metà cottura e lasciandole un po’ al dente.

Grattugiarle (io ho usato il Magimix, non riducendole a purea ovviamente), aggiungere il resto degli ingredienti, ad eccezione della farina e dell’olio. Condire con sale e pepe. Mettere in frigo per almeno un’ora (questo composto può anche essere fatto un giorno per l’altro)
Farne delle polpettinedella grossezza di una noce e rotolarle nella farina, schiacciarle leggermente. Soffriggerle in olio caldo fino a doratura (oppure friggerle)

Note
Aumentare le carote e diminuire la feta.
Fondamentale fare raffreddare il composto.
Funziona ovviamente anche con la zucca arrostita.

Written by stefano arturi

01/11/2015 at 22:33

Posted in libri, verdure

Tagged with , ,

5 Responses

Subscribe to comments with RSS.

  1. beh io le ho fatte, in versione vegana, e le ho trovate strepitose!!! Alla fine mi sono risoluta a prendere il coraggio a due mani e fare cuocere queste polpettine rotonde piccole piccole in padella come si deve, anche se mi pare sempre di affrontare una corvé, e tutto è andato bene. Era da tempo quasi immemorabile che non facevo delle polpette così buone. Ovviamente avranno un gusto piuttosto diverso dalle tue, ma comunque consistenza e profumi perfetti. Per la cronaca se interessa, le sostituzioni sono state le seguenti: stesso peso della feta in feta vegetale fatta in casa (con lupini e tofu fermentato), 50g di silken tofu scolato al posto dell’uovo, e 35g di parmigiano vegetale fatto in casa (mandorle, anacardi, sesamo, lievito alimentare e sale) al posto del parmigiano. Il pangrattato l’ho fatto sul momento, ma mi sono chiesta che cambia se non è “fresco”. Il pane è secco comunque, no?
    Ad ogni modo, menta e cannella me li segno, che matrimonio azzeccato!
    Grazie.

    martuzza

    11/11/2015 at 22:33

    • Marta scusa se non ti ho risposto prima – non sono a casa. grazie per dritte su versione vegana. Leggendo tuo commento primo ero andato a vedere sta cosa della feta vegana/ interessante.cmq chapeau per come stai vivendo questo tuo nuovo percorso di vita: ho impressione che scelta vegana ti stia spingendo a percorrere bei percorsi e fare scoperte belle.
      Per fresh breadcrumbs si intende pane grattato fatto usando pane fresco e io cosi’ ho fatto ma dubito che differenza sia notevol se usando pan grattato secco.
      A me eranompiaciute molte, anche se a onor del vero, le avevo trovate anche un po’ troppo formaggiose, quasi troppo ricche.ste

      stefano arturi

      11/11/2015 at 22:33

      • Ciao! Ah beh allora se tu le hai trovate troppo formaggiose, vuol dire che si potrebbe almeno sostituire il parmigiano con del parmigiano veg. A pensarci bene sta cosa del connubio feta e parmigiano pare storta fin dal principio… chi li ha mai abbinati? Invece aggiungere alla feta un po’ di semi oleaginosi tritati con lievito alimentare (sai quello che ha un odorino di formaggio) perché no secondo me. Grazie per i complimenti: in effetti mi diverto ancora più di prima in cucina, non riesco mai a fare due volte la stessa ricetta, e piano piano imparo concetti nuovi. Per esempio tutti i formaggi vegetali fermentati con il rejuvelac fatto in casa sono in lista da mesi, come anche tutto il meringabile possibile con l’aquafaba… ma ci vuole tempo e come primo obiettivo io devo preparare cena per tutti!😛
        Ok grazie x breadcrumbs: io avevo pane semisecco (appena grattugiabile) quindi perfetto. Ma poi la farina citata non è negli ingredienti… è farina bianca comune immagino?
        Hai già visto se esistevano ricette di feta in italiano o in inglese? Io ne uso una francese, non ho poi cercato più in là. Baci.

        martuzza

        11/11/2015 at 22:33

  2. queste polpettine cadono a fagiuolo, settimana scorsa ho fatto della feta vegetale, ma troppa, e non so come finirla… quindi ho voglia di provarle… ma se le cuocessi al forno? Si può fare secondo te o è peccato?

    martuzza

    09/11/2015 at 22:33

  3. Mi sembra un’ottima ricetta vegetariana, anche light tutto sommato. E alle polpette io non so resistere, di qualsiasi cosa siano fatte.

    panelibrienuvole

    02/11/2015 at 22:33


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: