qbbq

Quanto basta di cucina & altro

Torta Bilbolbul (al cacao, senza burro, senza uova)

with 6 comments

Una torta ottima e non “eccessiva”: intensamente cioccolatosa, senza burro, senza cioccolato e senza uova, forse fra le migliori che abbia assaggiato in questi ultimi anni. E’ tratta dal Talismano della Felicita’ di Ada Boni e da quanto ho capito e’ presente fin dalla prima edizione del tomo, quella del 1929. Il gusto profondo deriva dalla massiccia dose di cacao amaro presente.

Io ho ridotto lo zucchero e ho apportato alcuni cambiamenti, ma rimane nella semplicità’ d’approccio, di ingredienti e di tecnica la stessa torta descritta dalla Boni. Si assembla in dieci minuti, si sporca una sola terrina, non si necessitano fruste/sbattitori vari: ricetta vincente su moltissimi fronti. In rete esistono infiniti post su questa torta, forse il più’ utile, quanto ad alcune osservazioni a latere, e’ comparso sul Corrierone non molto tempo fa e vale la pena leggero/qui.

La maggior parte delle ricette suggerisce di usare una bustina di lievito per dolci (16 g) ma a me sembra eccessiva (chiesa’ cosa dice la versione originale?) e ho dimezzato la dose. Come per ogni torta al cioccolato che si rispetti e’ fondamentale non stracuocere il tutto: se si aspetta a che il solito stecchino ne esca asciutto, la torta sara’ sicuramente troppo cotta e alla fine troppo asciutta, meglio quindi tirarla fuori dal forno “quando e’ quasi pronta”. Ho cosparso alla fine con dei granelli di sale di Maldon e questo, assieme alla riduzione dello zucchero, rende la torta “adulta” e ancora più’ assertiva. Se ne potrebbe attenuare la presenza con della panna freddissima, non zuccherata e appena montata, se foste così’ fortunati di trovarla (panna e latte di qualità’ eccelsa fra gli ingredienti che qui abbondano). Io ho sostituito una parte della farina con fecola  e con farina di nocciole. Aumentando i liquidi (di molto, sospetto) si potrebbe usare la farina di riso (che ha la tendenza ad assorbire molto e a rendere “secco” il prodotto finito), il che la renderebbe adatta anche ai celiaci (facendo attenzione alla polvere lievitante, ovviamente). Vorrei ora provare ad usare interamente farina di nocciole per vedere cosa succede…. crescerà?

Il nome della torta ha origine in quello che e’ considerato il primo fumetto italiano. (e in tema di fumetti più’ o meno politicamente corretti/scorretti, qui una lettura interessante).

Con queste quantità’ si fa una torta di 20 cm di diametro/12 porzioni, ovvero CIRCA 190 calorie…non male direi

Torta Bilbolbul (“dal” Talismano della Felicita’, 1929)

100 g di cacao amaro
65 g di fecola di patate, 65 g di farina 00, 65 g di nocciole tostate e tritate finementre (200 g di farina OO nella versione originale) (o mandorle)
100 g di zucchero di canna fine e non raffinato + 100 g di zucchero bianco (250 g di zucchero nella versione della Boni)
8 g di lievito per dolci (una bustina nella versione originale)
un pizzico di sale
un pizzico di cannella
la buccia grattugiata di un’arancia
350 ml di latte intero (Ada Boni indica 250 ml)

Io ho anche aggiunto un cucchiaino di caffe’ istantaneo (in generale: quando faccio cose al cioccolato uso sempre anche un SOSPETTO di caffe’ e viceversa: in qualche modo, teoria tutta mia, in cui credo ciecamente ma non dimostrabile: i due ingredienti si rafforzano a vicenda)

Una tortiera da 20 cm imburrata e rivestita di carta forno

Scaldare il forno  a 160 gradi (Tallismano dice 180 gradi, per me e’ troppo)

Mescolare tutti gli ingredienti secchi. Aggiungere gradatamente il latte e mescolare bene per evitare i famosi, soliti grumi. Infornare per circa 40 minuti, iniziando a controllare dopo la prima mezz’ora.

 

Written by stefano arturi

03/03/2015 at 22:33

6 Responses

Subscribe to comments with RSS.

  1. Bilbolbul, che nome interessante, dopo guardo il link al fummetto di cui parli! Sembra impossibile una torta senza uova e senza burro… da provare!

    elyann14

    12/03/2015 at 22:33

    • ciao ely…la torta e’ sicuramente da provare e vale la pena giocarci…per lo sforzo che richiede e’ una ricetta vincente (pur non pretendendo di essere la torta migliore del mondo ovviamente/allo stesso tempo a me piace per il suo non essere eccessiva).ste

      stefano arturi

      12/03/2015 at 22:33

  2. Ciao stefano, anch’io ho fatto spesso questa torta e confermo che ci vanno 5 g di cremore e 5 di bicarbonato, come in molte ricette antiche di dolci. È ottima e mi piace la forma a cupola. Buona giornata

    giulia pignatelli

    05/03/2015 at 22:33

  3. La faccio da tantissimi anni, era la torta preferita ai compleanni di mia figlia. Nel Talismano che ho in casa, copia del 1948, si parla ancora di bicarbonato+cremore come agenti lievitanti. E, particolare che mi ha sempre fatto sorridere, c’è una nota “leggermente” polemica riguardante il plagio di suddetta ricetta….

    Elisabetta

    05/03/2015 at 22:33

    • Ciao elisabetta…la storia della cucina e’ di fatto la storia di plagi continui, a volte ben condotti, ovvero citamdo le fonti e/o modificandi/sviluppando la ricetta di riferimento, a volte biecamente: “appropriandosi” interamente del lavoro/materiale altrui…un Talismano del 1948 dovrebbe essere lettura interessante: mi sono sempre chiesto fino a che punto le edizioni “di guerra” e post guerra riflettessero le mutate condizioni socio-economiche. Abbastanza grave che, mi sembra, non ci siano ad oggi lavori critici sul manuale della Boni (come invece accaduto per artusi)…forse considerara ancora troppo “recente?”, manuale che invece, considerando la sua popolarita’, meriterebbe studio (per non dire che una ripubblicazione della prima edizione sarebbe veramente doverosa per me).

      stefano arturi

      05/03/2015 at 22:33

  4. Fantastica!
    La copio, la provo e ti dico.
    Grazie

    FEEL GOOD

    04/03/2015 at 22:33


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: