qbbq

Quanto basta di cucina & altro

Insalata tiepida/piatto unico di patate novelle, spinaci, pesce affumicato e uovo in camicia

with 5 comments

…ovvero “Jersey royal, spinach and kipper salad, with a poached egg”…. un classicone della cucina inglese contemporanea, che io ho italianizzato un poco. Questa è un’ide/ricettaa che per una volta  è migliore se fatta con gli ingredienti locali/British, ma che funziona anche egregiamente con i sostitutivi italiani.

Le Jersey Royals sono delle ottime (e care) patatine novelle ora di stagione.  Gli spinaci sono quelli teneri e giovani (ma non quelli miniaturizzati che non sanno di molto). Il pesce: qui in UK uso lo smoked kipper, ovvero l’aringa affumicata, in Italia usavo lo sgombro affumicato o l’aringa normale (che io compravo al GS).

Questa ricetta/suggerimento funziona così:

Le patate, spazzolate ma non pelate,  vanno cotte in abbondante acqua salata: ovvero si immergono in acqua fredda salata molto generosamente e le si porta a bollore, poi le si fanno sobbollire dolcemente fino a che siano tenere. Si scolano e si fanno asciugare su un canovaccio. L’abbondante salatura serve a  salarle uniformemente dall’interno: di fatto un piatto di queste patatine, cotte in codesto modo, e affogate nel burro… di per se è già una cena ottima (+ pepe nero macinato di fresco & accenno di dragoncello magari). Poi vanno tagliate a metà e coperte per non farle raffreddare troppo oppure, anzi meglio, condite subito con la vinaigrette alla senape (vedete sotto).

Il kipper va scaldato: io immergo la busta che lo contiene in acqua bollente e lo lascio per alcuni minuti. Lo scolo e lo faccio a pezzetti.

Intanto mi preparo anche l’uovo in camicia… e qui si apre forse il punto dolente: non c’è storia/teoria che tenga: se l’uovo non è freschi-issi-issimo… non si cuocerà mai “in camicia” egregiamente (esiste in rete un filmato/spiega di Hestone Blumentone che da la sua versione “super”, se interessati: divertente e funziona…)… Io per non sapere né leggere né scrivere, anche considerando che una volta su due le mie uova NON sono freschissime, uso un egg poacher.   Questo è un altro ottimo metodo per fare le uova in camicia. Una dritta: le uova in camicia possono essere preparate con anticipo, messe in acqua ghiacciata e poi, quando servono, riscaldate in acqua bollente per alcuni minuti. Io le conservo in frigo per alcuni giorni.

Gli spinaci vanno conditi con una vinaigrette alla senape: la mia è semplicissima: alla mia vinagrette base (una parte di aceto e cinque parte di olio) aggiungo della senape di Digione e degli scaloni tritati.

Ora si tratta semplicemente di assemblare: sul fondo della ciotola vanno le patate (ancora tiepide) e si condiscono con la vinaigrette (se non lo si è già fatto prima). Poi gli spinacii e si condiscono come sopra, aggiungendo però anche una manciata di PECORINO (ecco qui il tocco italico-terrone),  poi il pesce affumicato. Si mescola tutto con le mani, si impiatta e si colloca l’uovo su ogni porzione. Altra vinaigrette & pecorino per finire.

Ho anche preparato questo piatto:

a) utilizzando dell’insalata biologica, ricca di foglie si senape, di tenerissime erbetto odorose (dragoncello, coriandolo, prezzemolo, aneto, chervil che non so cosa sia in italiano…) al posto degli spinaci

b)utilizzando degli asparagi al posto degli spinaci, cotti ovviamente

Written by stefano arturi

22/04/2014 at 22:33

Posted in cucina veloce, pesce, uova, verdure

Tagged with ,

5 Responses

Subscribe to comments with RSS.

  1. Ciao,sono la stessa del commento sulla Pasqualina e scrivo da…..Genova 😊, amo cucinare(a parte in questo periodo di caldo infernale) ,direi roba tradizionale,soprattutto ligure ma con qualche esperimento ,spesso internet è fonte di ispirazione ma con marito a dieta perenne,figlie dai gusti diversi,a volte mi scappa proprio la voglia.

    Simona

    01/08/2015 at 22:33

    • Ah, ciao simona
      ..io della cucina ligure so pochissimo.ora, coincidenza,sto leggendo un bel librp di una scrttrice di cucina americana ma di origini liguri che si era messa in testa di andare a riscoprire le sue radici, soprattutto alla ricerca dell origine dei ravioli genovesi per i quali la sua bisnonna, emigrata negli US agli inizi del novecento, era famosa…belle storie, non solo ricette.
      Marito sempre a dieta: io consiglio il digiuno, un giorno a settimana, e poi mangi normalmente: cosi’ perdi peso e non gai dieta (ovviamente poi non e’ che puoi ingozzarti di farinata e focaccia ogni giorno, ma questo nessuno puo’ farlo). Se non erro anche in Italia ho visto libri su questo argomento, vale la pena esplorare sai. Ciao, st

      stefano arturi

      01/08/2015 at 22:33

  2. Mamma mia,ti ho scoperto da poco e non riesco a smettere di leggerti, fai una cucina che io adoro,peccato che io sia l’unica in casa mia quindi spesso rinuncio,posso invitarmi da voi? Vivrei di piatti come questo 😊

    Simona

    01/08/2015 at 22:33

  3. il pesce affumicato mi piace un sacco..immagino che da noi si usa poco data la varietà di pesce fresco sempre disponibile..la vinaigrette alla senape è ottima, io in genere aggiungo anche un cucchiaino di miele e non metto lo scalogno..ma lo usi crudo?
    Bella insalatina..di gusto e sostanza!

    anna

    30/04/2014 at 22:33


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: