qbbq

Quanto basta di cucina & altro

Torte di carote

with 7 comments

Su Mangiare Bene, le mie ultime cose. L’ idea è proporre una serie di torte “base” veramente semplici, quasi sottotono,  quelle che Maria Rosa (del ricettario Bertolini) avrebbe approvato (come antidoto alle orride cupcakes americane  che vedo impazzare nel web a quelle torte stracariche di burro, zucchero ecc…). Qui.

Written by stefano arturi

18/11/2011 at 22:33

7 Responses

Subscribe to comments with RSS.

  1. Ciao a tutti!
    Ho un sacco di post da leggere, è dai fichi al vino che dovevo fare senza buccia (e che poi non ho fatto) che non passo più da queste parti. Ultimamente in cucina vivo di rendita e con poca voglia di sperimentare. Ma da qualche settimana penso alla torta di caro, e qui che trovo? Una interessante ricetta,(anzi tre) un pochino diversa da quelle a mia disposizione. Presto sarà fatta!Bene ho finito il tempo per i blog di cucina! A presto
    Valentina

    Valentina

    23/11/2011 at 22:33

  2. la terza versione, quella con 250 gr di mandorle, è della Roden?
    certo due etti e mezzo di mandorle… però si vede anche solo a leggerla che è una bella ricettona

    Duck

    22/11/2011 at 22:33

    • no, non e’ di claudia roden. di fatto ho trovato molte versioni di questa torta in quasi tutti i miei libri di cucina giudaico, ma anche in Jane Grigson. sarebbe interessante provare a farla con i parsnip… le carotone bianche, che qui pero’ non si trovano

      stefano arturi

      22/11/2011 at 22:33

  3. ammetto, ho provato anch’io a fare gli “orridi cupcakes” per la gioia di mia figlia, nella sua tanto desiderata festa di halloween. ma dopo averli fatti, ho deciso che non li farò più. perché saranno anche scenografici, ma buoni non si può dire.
    insomma, io cedo a queste cose, per sperimentare, per curioistà, per vedere la faccia di mia figlia che è l’effige dello stupore entusiasta, ma poi non mi piacciono.
    e infatti dopo l’ultima festa (appunto per halloween, che è stata la sagra del kitsch) mi sono trovata a pensare che era venuto il momento di darsi una regolata, e che non sono quelle le cose che mi piace mangiare.
    vado subito dalla tua torta di carote…

    lagaiaceliaca

    20/11/2011 at 22:33

    • e fai benissimo a cedere per curiosità e per sperimentare!… a me non piacciono perchè sono troppo dolci e grosse.. e cmq ben venga quando si è bambozzi ad halloween e altre cose kitsch… per crescere c’è sempre tempo (cmq, si’ le tue tortine le avevo viste e facevano proprio impressione :)) ) + saltando di palo in frasca: ho appena preso il libro Short and Sweet di Dan Leppard: lui dice di usare un nuovo ingrediente per pani senza glutine: psyllium (husk), che dovrebbe “imitare” il glutine, volevo passare info /che magari già hai…?? ste

      stefano arturi

      21/11/2011 at 22:33

  4. ottima iniziativa. A quando le ciambelle per il caffelatte che fanto coccola mattutina e famiglia ??? I ricettari della Bertolini sono un vero cult. Peccato che
    per anni siano stati snobbati… forse per la perdita del senso delle cose e del tempo.
    Buona giornata.
    Clelia

    clelia

    19/11/2011 at 22:33

    • Il ricettario bertoloni forse il primo libro di cucina che ho consultato. In alcuni punti (tecnici, soprattutto) superato, ma ci sono buone torte. tu ne hai uno? di quale anno? ciao cleo

      stefano arturi

      21/11/2011 at 22:33


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: