qbbq

Quanto basta di cucina & altro

Passato di carote e pomodori + cucina inglese

with 8 comments

L’errore che più frequentemente commetto in cucina è di non seguire una ricetta alla lettera, la prima volta che la sperimento. Errore madornale: si tradisce l’autore, non gli si da fiducia, non ci si pone nella condizione ottimale da cui poter giudicare pienamente i pro e i contro di un certo piatto.
Alla prima lettura di questa crema di carote e pomodori dalle ottime credenziali, ho pensato a numerosi cambiamenti, ma ho desistito.Per fortuna: ho potuto così assaggiare un gran bell’esempio di ottima cucina inglese vintage, un passato di verdura incredibilmente ricco e gustoso (si usano il burro e la panna), intelligentemente eccentrico (generalmente non associo la carota al pomodoro), semplice, veloce e lineare negli ingredienti e nella realizzazione. Tombola!

Passato di carote e pomodori
4-6

60 g burro
250 g di carote, sbucciate e affettate finemente
1 cipolla media
250 g pomodori pelati (freschi o da una lattina)
1 lt di brodo di manzo (ho usato un dado)
sale e pepe
150 ml di panna
erba cipollina

Cuocete dolcemente i primi tre ingredienti: fiamma bassa e pentola coperta. Le verdure non devono colorarsi.
Aggiungete i pomodori e il brodo bollente. Sale e pepe (con moderazione).
Fate sobbollire per circa 20 minuti o fino a che le carote siano tenere: Mrs Grigson osserva di cuocerla il meno possibile.
Passate al frullatore.
Scaldate la panna e aggiungetela alla crema.
Riscaldate il tutto, spolverate con erba cipollina e servite (con crostini).

Note
Jane Grigson la propone come minestra estiva, “when carrots and outdoor tomatoes are at their best”, ma anche con le carote invernali e i pelati in lattina, fa la sua grande figura

Ovviamente con del vero brodo non si può che migliorare il risultato.

Quando l’ho mangiata per la seconda volta, ho omesso la panna, ho aggiunto un sospetto di succo di limone e di peperoncino. Questa mia versione è più in sintonia con i miei gusti e forse anche più moderna nel suo approccio “alleggerito”.

Non c’è dubbio che questo passato sia ricco: penso si possa tranquillamente ridurre il burro a 40 g

Written by stefano arturi

15/11/2011 at 22:33

Posted in cucina veloce, libri, verdure

Tagged with , ,

8 Responses

Subscribe to comments with RSS.

  1. come ho letto carote e pomodoro ho pensato che fosse un’accoppiata che mi sarebbe piaciuta. già il colore chiama (così come mi è piaciuta la coppia pomodoro – zucca). e poi tutto il resto mi piace, sia nella versione primigenia che nella modificata. farolla.

    artemisia

    17/11/2011 at 22:33

  2. Leggo solo ora che hai già provato tu ad omettere la panna, buono a sapersi😉

    giulia pignatelli

    17/11/2011 at 22:33

    • ciao giuliala panna effettivamente pesante… ma… mi sento di dover spezzare lancia: in Inghilterra panna e latte e yogurt sono di qualit pazzesca, nettamente superiore alla nostra. quindi se concordo che effettivamente i quantitativi tradizionalmente usati in molte ricette uk sono per gli standard attuali eccessivi ( e non solo per questioni di salute, ma soprattutto di gusto), un cucchiaino di panna a porzione, di panna buona, non quella del super (a cui purtroppo la maggior parte di noi deve-dobbiamo fare ricorso), ci sta bene, anzi benissimopeccato che anche quella buona non si trova facilmente: qualche malga in montagna a volte, ma ora anche i pastori ti guardano con sospetto se vai a chiedere latte crudo e panna… ciaus

      stefano arturi

      17/11/2011 at 22:33

      • come hai ragione!!! Una volta prendevo del latte fresco in campagna e a loro sembrava strano ;))

        A me la panna piace, quella buona certo, Ma sapere che, quando è il caso, si può anche togliere senza rovinare una ricetta, va anche bene. Buona giornata

        giulia pignatelli

        18/11/2011 at 22:33

  3. Si, sembra proprio una bella ricetta.
    Un’ottima minestra per queste serate ormai fredde. buona giornata

    giulia pignatelli

    17/11/2011 at 22:33


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: