qbbq

Quanto basta di cucina & altro

Uno sciroppo al vino molto dissetante + cucina ebraica

with 11 comments

Caldo. Poca voglia di cucinare. Pochissima voglia di lavorare. Bevo (non alcol, purtroppo: sono a dieta).Sciroppo al Vino rosso

Ho l’abitudine di raccogliere tutti i fondi di bottiglia: prima o poi, mi dico, quei rimasugli verranno usati, in qualche modo. E così puntualmente accade. Mi sono appena rifatto una ricetta provata per la prima volta anni e anni fa: uno sciroppo al vino rosso, non troppo dolce (ho fortemente ridotto lo zucchero dalla ricetta originale) e molto dissetante.

La ricetta deriva da uno dei libri di cucina più belli che conosca: The Book of Jewish Food, di Claudia Roden

500 ml vino rosso
250 g zucchero leggero di canna (500 g nella ricetta originale)
il succo di 3 limoni
1 stecca di cannella
4 chiodi di garofano
la buccia di mezzo limone

Combinate tutti gli ingredienti e fateli sobbollire coperti per 20 minuti. Fateli poi sobbollire per altri per 30 minuti, scoprendo la pentola.
Rimuovete la cannella e la buccia di limone, fate raffreddare e imbottigliate.
Si conserva in frigo indefinitavamente. Aggiungetelo a della acqua ghiacciata, ma è anche molto buono zigzagato su delle pesche bianche o su del gelato alla vaniglia (tutto religiosamente provato dal vostro)(anche sulle fragole, ma per quest’anno le fragole sono finite).

Io questa volta ho anche aggiunto alla fine due cucchiai di sciroppo di melograno.

Written by stefano arturi

05/07/2011 at 22:33

11 Responses

Subscribe to comments with RSS.

  1. L’ho assaggiato!!! Tropppoooo buonaaaaaaaaaa!!!! Bravo cuoco Stefano e sei un maestro!🙂

    Mirko

    29/07/2011 at 22:33

  2. ciao a tutti. aggiornamenti su questo sciroppo… ve lo ri-consiglio caldamente. ieri sera con amici lo abbiamo usato per farci un beverone stile bellini: avevo dello sciroppo in cui avevo cotto un paio di settimane fa delle pesche (vino b e acqua e zucchero).. mi scocciava buttarlo… allora ci ho messo un poco di sciroppo di vino + succo di lime per inasprirlo un poco + goccio di tamarindo…. il tutto mescolato a prosecco…
    ….. :)))))) st

    stefano arturi

    10/07/2011 at 22:33

  3. Mi piace molto il tuo blog (soprattutto la sua parca presenza di foto), e ora citi anche il mio libro di cucina preferito! Che poi non è solo un libro di cucina ma anche una piacevolissima lettura.
    Ho in giro da un tot una mezza bottiglia di Valpolicella e allo sciroppo non ci avevo pensato … grazie!!

    raprillico

    08/07/2011 at 22:33

    • grazie… Il libro della Roden è un vero capolavoro. ora in uscita il suo nuovo libro sulla cucina spagnola. ciao
      ste

      stefano arturi

      08/07/2011 at 22:33

      • .. allora.. olè !!!!
        Chissà se riusirò a resistere fino a Natale senza acquistre books….
        Roden….mi rode…..rosicchia…diciamo che è nella lista dei desiderata..
        Ciao spirito (per il caldo) di..vino…..
        Clelia

        clelia

        09/07/2011 at 22:33

  4. bellissimo, lo voglio provare assolutamente! ma spiegami un po’ sta roba del vino: li raccogli tutti insieme in una bottiglia o tieni le varie bottiglie distinte (cosa per cui non avrei assolutamente spazio)?

    mjkmi

    07/07/2011 at 22:33

    • io raccolgo tutti i fondi assieme. tanto poi so che il tutto verr usato fortemente maneggiato (spezie, zucchero, porto, brodo)….in inverno ad esempio ci faccio anche le pere nel vino rosso (o un fondo per le carni, con del brodo)

      stefano arturi

      07/07/2011 at 22:33

      • ottimo, allora a ‘sto giro ti copio l’idea.

        mjkmi

        07/07/2011 at 22:33

  5. Cioè, tu raccogli i fondi di bottiglia, li tieni (in frigo? in freezer?) e poi quando ne hai mezzo litro ci fai lo sciroppo? Bell’idea! Potrebbe venirmi comoda proprio questa settimana. Mi fai venire voglia di comprarmelo ‘sto libro – ahimé, costa ancora 22 euro e passa! Aspetterò!
    Baciamo le mani

    Duck

    06/07/2011 at 22:33

    • in frigo… ora ne ho due bottiglie… in inverno ci faccio delle salse per carni, con brodo. riducendo riducendo…. …libro un must

      stefano arturi

      06/07/2011 at 22:33

  6. quasi un vin brulè versione fredda ^____^ buono!

    astrofiammante

    05/07/2011 at 22:33


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: