qbbq

Quanto basta di cucina & altro

La tart au citron à ma façon

with 11 comments

L’ affare era: il Val metteva la sua splendida terrazza odorosa  di gelsomino +patatine&aringheIkea, lo Ste avrebbe pensato al resto.  Questo resto alla fine  si e’ concretizzato in: 3 sfilatini di grando duro (che a chiamarle baguette, mi vergogno), noodles freddi al sesamo con melanzane arrostiteinsalata cinese di cetrioli (cineseria da operetta, suppongo), tarte au citron du Stefano’.

Tarte au citron à ma façon

6/8
Una tortiera a fondo mobile 26 x 3 cm, imburrata

Pasta frolla:
200 g farina 00 + 100 g burro + 50 g zucchero a velo +  1 tuorlo sbattuto + 1 cucchiaino essenza di vaniglia + 1 pizzico di sale + acqua fredda qb
Stendete la pasta e mettete la tortiera nel freezer per 30 minuti.
Cuocetela in bianco (200° per 30/40 minuti circa: deve  risultare ben dorata. Coprite il bordo con dell’alluminio se rischia di bruciare). Fatela raffreddare su una gratella.

Portate il forno a 160° e preparate il ripieno, mescolando:

3 uova + 1 tuorlo
succo e buccia grattugiata di 3 limoni
150 ml di creme fraiche
100 gr zucchero di canna fine

Versate nel guscio di pasta e fate cuocere per 30/40 minuti circa (prova stecchino: deve risultare appena umido)
Quando è fredda puo’ stare, ben coperta, in frigorifero per due/tre giorni

Written by stefano arturi

23/05/2011 at 22:33

11 Responses

Subscribe to comments with RSS.

  1. Buonissima… la provo e ti faccio sapere:))

    CIBOLOGY

    26/05/2011 at 22:33

  2. clelia: quella caprese al limone non mi piacque; debbo riprovare?

    la tarte somiglia molto a quella che ho fatto per un pic nic cui vi invito (e ho voglia di rifarla).

    (la mia è verde tenero, e mi commuove).

    artemisiacomina

    24/05/2011 at 22:33

    • eh, si ho ben visto il tuo pic nic cara artemisia (e i disegni!). Anche quella crema di fragole mi ha incuriosito: in questi giorni io fragole/intrippato. sono anche andato a recuperarmi la ricetta per fragolamammella di Marinetti (cucina futurista) e non e’ detto che… stasera ho assaggiato la seconda lemon tart che avevo in frigo, molto diversa ma ugualmente buona: una falsa sfoglia come base, e una semplice crema di burro, tuorlo e limone per ripieno…
      …. con fragole aromatizzate alla rosa (altra mia fissazione di stagione).

      stefano arturi

      24/05/2011 at 22:33

    • @ Artè: La caprese di Elisabetta Cuomo (vecchissimo post di Cucina Italiana) non ha il cioccolato bianco ed il burro. Piace molto a mia figlia. L’altra caprese al limone che preparo è quella di Lydia, un classico ma ha burro e cioccolato. Ho farcito la torta con una crema al limone molto semplice che anch’essa è adorata.. E’ stata richiesta così…
      Bello il tuo pic nic per lo spirito di convivialità e condivisione in primis. Sapessi come mi piacciono!!! Virtualmente ho partecipato al tuo e mi sono divertita fra i disegni e le ricette. Devi sapere che sono spesso a tavola con voi e che viaggio con voi. Col pensiero e con il cuore.
      @ Ste.. ricetta del fragolamammella… non la conosco. L’unica volta che ho sentito parlare di ‘cucina fututista’ è stato a ‘chef per un giorno’ quando ha partecipato Morgan. Di quella puntata ho le ricette.. ma non le ho mai preparate ma soprattutto le ho lette di sfuggita. Dopo guardo.. Le hai?? Te le invio se possono interessare.
      Clelia

      clelia

      25/05/2011 at 22:33

  3. Infatti. Quelle orange erano però ‘in offerta’ e quindi, per la serie VAI COL LISSSSSIOOOOO…’ è stata presa toute de suite. Però la gente compra le gialle, le celesti.. a volte le rosse ..dipende dalla moda o da che giornale ti ispira…
    L’orange è in scatola..ci penserò la prossima settimana.
    Vado a preparare una caprese al limone ( ricetta di Elisabetta Cuomo ) very ok!!! che farcirò con una crema al limone.Tanto per ritornare in tema…
    A proposito.. domenica ho mangiato un ottima frolla farcita con crema alla vaniglia e fragole. Ho assaggiato la crosta e pulito il pentolino della crema…Dovrò farmi dare le dosi.. poi riferisco… Vado a spentolare.
    Ciao

    clelia

    24/05/2011 at 22:33

  4. a parte l’invidia per le creuset, anche a me le aringhe ikea risultano veraaaamente troppo dolci. invece questa torta ha l’aria bella..

    mjkmi

    24/05/2011 at 22:33

    • .. la crema al limone è vincente!!!! La preparo da anni ed è sempre spazzolata…. Però quelle crepe sul bordo… che dire… finalmente un umano ai fornelli :)))
      mjkimi … L’orange, nick della Le Creuset, è un cult per molti.. peccato pero’ che la si trovi col ‘lanternino’.. la gente preferisce i colori moda.
      Per me sono splendide in orange e rosse. Nere sono ‘impegantive’ e non rispecchiano la mia cucina…
      Sapessi che discussioni sul colore…
      Una però basta avanza e passerà ai posteri!!!

      Ciao
      Clelia

      clelia

      24/05/2011 at 22:33

      • La Cr. sempre bella. di qualunque colore (detto ciò un buon casalinghi deve poterti ordinare quello ceh vuoi tu, considerando quello che spendi)
        la cocotte io non ho, mi piacerebbe: ma anceh vero che io mangio pochissima carne e quella stra adatta ad arrosti e polli interi
        … per inaugurare io propongo
        arrosto di coppa di maiale
        o un vitellone ripieno
        oppure un pollo con agliio

        ps: sono indistruttibili, vero.. detto cioò se le maltrattate come faccio io si rovinano: ad esempio io ho mese scorso dimenticato la mia sul fuoco per 14 ore… non si è bruciata ma un pezzo di smalto al centro è saltato.. detto ciò: io continuo ad usare

        stefano arturi

        24/05/2011 at 22:33

  5. La Le creuset.. please!!! ovale 27 cm orange. A dir poco splendida..🙂 L’altra è un wok con rivestimento in ceramica della MONETA…Sto pensando all’uso della prima.. mentre la seconda..in funzione sin da oggi.
    Per la serie a Firenze c’è chi ha l’estro artistico per trovarle.. e Clelia le usa… Stesso principio ma senza aringhe…non le sopporto neppure alla sola visione..
    Ti racconterò delle pentole (con coperchio…non ci sono più i diavoli di una volta!!😦 )

    clelia

    24/05/2011 at 22:33

  6. NO!!! le aringhe nooooo!!!!! con questo caldo poi……
    Ben riletto Stefano. Sentivo la tua mancanza.
    Però che belle queste cose….
    Ciao da Padova
    Clelia

    recuperate le pentole…

    clelia

    23/05/2011 at 22:33

    • ah ah ah.. effettivamente!…. quindi anche a pd se more de caldo? senti mo.. ma la reazione alle tue nuove fantastiche Le Creuset??? come inauguri? ciao cle ste

      stefano arturi

      23/05/2011 at 22:33


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: