qbbq

Quanto basta di cucina & altro

Fichi arrostiti con limone e miele

with 8 comments

Fichi arrostiti con limone e miele

Fichi arrostiti con limone e miele

La frutta perfetta va gustata al naturale. A Milano, la frutta e’ spesso meno che perfetta. A fine estate, in una citta’ gia’ rientrata nel sue dinamiche di pioggia/cielo grigio/autobus pieni, vagheggiando del Mediterraneo, dei suoi ulivi argentati, del suo caldo accecante, dei viaggi di Ulisse e delle sirene, ho giorni fa insensatamente comprato dei piccoli fichi neri al supermercato: caricandoci un fucile avrei potuto impallinare le anatre del parco, ovviamente. Ho scovato quest’idea sul Guardian  (di Nigel Slater) e devo ammettere che e’ proprio buona e riesce a trasformare frutta mediocre in uno dolce spaziale.

Le dosi non sono importanti
Lavate i fichi e tagliateli a croce per aprirli, senza sbucciarli. Metteteli in una teglia da forno in cui possano stare stretti-stretti, aggiungete un dito di acqua e il succo di un limone (per 8/10 fichi medi). Zigzagate con del miele.
Infornate in forno caldissimo (220°)fino a che i fichi siano teneri e si sara’ formato una delizioso sughetto porpora: 15-25 minuti,
Da mangiarsi freddi con yogurt greco.

Un’altra idea vincente per fichi di non eccelsa qualità viene da Jane Grigson, una delle grandi firme della scrittura gastronomica inglese di questi ultimi cinquant’ anni.
Caramel figs
Lavate i fichi e rotolateli nello zucchero. Metteteli in una teglia da forno in cui possano stare stretti- stretti e cuoceteli come sopra. Controllate gia’ dopo circa 15 minuti. Sono pronti quando saranno teneri e si sara’ formato un abbondante caramello.
Raffreddateli e spazzolateli come sopra.

Written by stefano arturi

07/09/2010 at 22:33

8 Responses

Subscribe to comments with RSS.

  1. […] scorso di questi tempi avevo raccontato di fichi arrostiti, quest’anno di fichi al vino rosso. Sono espedienti per gustare al meglio quei fichi del […]

  2. ps.. ho appena letto il blog di Artemisia.. ci sono delle ieper l’utilizzo dei fichi insolite.
    Ciao
    Clelia

    clelia

    12/09/2010 at 22:33

    • si’ quella conserva di fichi speziati intriga.
      il padrone di casa e’ un bulimico raccoglitore di ricette che poi spesso, magari anni dopo, vengono effettivamente realizzate. quindi, manda pure, se puoi.
      tra altro parlando di fichi, dalla nebbia della mente, sembra emergere anche il ricordo di un paio di pudding coi fichi secchi dal mio pudding… roba da arresto cardiaco, ma mi ricordo molto goduriosa
      (forse uno sticky toffee pudding)
      ciao
      ste

      stefano arturi

      13/09/2010 at 22:33

  3. duck.. allora perchè non provi la ciambella ai fichi secchi della Bertolini?? Passai la ricetta tempo fa a dei ‘fichi-dipendenti’ che hanno apprezzato questa dolcezza.
    Per il padrone di casa.. la vuole la ricetta della torta coi fichi da festa??? Faccia sapere…
    Non meravigliatevi.. le ho provate.. ma non mangiando dlci.. la loro riuscita è determinata da ooooohhh che buonaaaa degli assaggiatori….e poi i fichi li detesto!!!
    Ciao
    Clelia

    clelia

    11/09/2010 at 22:33

  4. I fichi sono una mia recente scoperta. Li ho odiati per anni, adesso mi piacciono. Ma solo quelli secchi. Tutte le ricette di questo post mi sconfinferano assai e credo che le proverò (anche perché ho un marito fico-dipendente).
    Ultimamente ho provato una squisitezza calabrese: fichi farciti di mandorle e scorze di arance candite, bagnati nel liquore e passati (credo) in poco zucchero semolato. Una prelibatezza (ipercalorica).

    Duck

    11/09/2010 at 22:33

  5. no no no non mi piacciono per nulla… che ci posso fare? E pensare che a casa mia mia mamma ne mangiava tantissimi (col cioccolato)… La stessa ricetta, finiti i fichi.. si usava ed usa con le sole mele.. se può esserti utile…
    Ciao ciao
    Clelia

    clelia

    09/09/2010 at 22:33

  6. Hai mai provato a fare questa goduria?? Personalemnete l’ho preparata, poi l’ha spazzolata mia madre, golosa di fichi.. diceva che la morte degna per i fichi era con la mandorla o col cioccolato fondente. Se poi erano appena colti.. un’altra storia
    Serve:
    pazienza, quantità degli ingredienti a piacere,una teglia imbuatae ingarinata e poi:
    – Farina
    – Mele
    – Fichi
    – Latte
    – Pane vecchio
    – Un po’ di lievito
    -Zucchero

    Potrebbe passare per una ricetta ‘riciclo’..:
    tagliare il pane a pezzetti. Bagnarlo con acqua e latte. Aggiungere le mele e i fichi ( si può fare anche coi fichi secchi). Poi si aggiunge lo zucchero e si lascia a riposare tutta la notte.
    Il giorno dopo si impasta con farina, lievito e cioccolato a scagliette. Infornare a 175° per almeno 40 min.Lasciare in forno spento per altri 10 min e poi lasciare raffreddare.

    Deve piacere.
    Ciao
    Clelia

    non mi piacciono i fichi..

    clelia

    07/09/2010 at 22:33

    • non le piacciono i fichi!?? (ma neanche quelli secchi, col ripieno di canditi e mandorle e poi ricoperti di cioccolato fondente?)
      grazie per la golosita’, che mi ricorda certi pudding inglesi. a me gia’ mi piace solo leggendola la tua ricetta! ste

      stefano arturi

      09/09/2010 at 22:33


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: