qbbq

Quanto basta di cucina & altro

Insalata con pangrattato

with 14 comments

Il pangrattato,quello italiano a base di solo pane raffermo, tritato più o meno grossolanamente e poi tostato,  e un ingrediente che usiamo spesso qui al Mill Café.  Lo spolvero sulla pasta tipo puttanesca, sulle imageminestre, ovviamente sui gratin e da un po’ di tempo anche sull’insalata del sottoscritto, per il mio pranzo: una specie di caesar salad…

insalata verde condita con citronette, pecorino, pezzettini di acciuga e una nevicata abbondante di  pangrattato…. Uno dei pranzi veloci più’ di soddisfazione che si possano immaginare

About these ads

Written by stefano arturi

15/03/2014 at 22:33

Posted in Uncategorized

14 Responses

Subscribe to comments with RSS.

  1. davvero sulle minestre? Ma su che tipo di minestre?

    martuzza

    15/03/2014 at 22:33

    • Hola martuzza… Lo metto quando voglio avere un contrasto di consistenze… Al posto del formaggio grttggt, ma a volte tutti e due….

      stefano arturi

      15/03/2014 at 22:33

  2. Direi che è molto meglio dei soliti crostini, che a fatica riesci a incastrare sulla forchetta! al pangrattato sull’insalata non avevo mai pensato, proverò presto visto che di insalata ne mangio a cassette!! Beh, però ora che ci penso mi è anche venuta una voglia di due spaghi aglio, olio, pangrattato tostato e acciughe!
    Sei sempre una fonte di ispirazione!

    anna

    15/03/2014 at 22:33

    • …coincidenza: ho appena ripescato una vecchia rivista di cucina …e nel numero di marzo…ta da!…breadcrumb saldad, usando però pomodori… Una specie di panzanella, che secondo me funziona, avendo accortezza di avere un pangrattato molto grossolano e di mangiare l insalata appena fatta…+ esiste poi tutto il repertorio spagnolo portoghese_migas. + le briciole di pane molto buone anche sulle uova strapazzate e come ripieno per omelette

      stefano arturi

      17/03/2014 at 22:33

  3. scusate se qui il tema è l’insalata e io insisto sulla minestra, ma solo per finire di capire: lo gratti il pane secco e poi lo tosti prima di metterlo nelle minestre, o lo metti tale e quale? Perché proprio non me lo immagino, mai nemmeno sentito dire, e così a naso mi immaginerei che si gonfi di brodo e si faccia una pappina molliccia… ma forse se tostato no? Contrasto di consistenze dici, quindi su una vellutata ad esempio?

    martuzza

    15/03/2014 at 22:33

    • Il mio pan grattato e molto grossolano spesso, se ho tempo tritato al coltello. Lo aggiungo immediatamente prima di servire, lo spolvero sopra… Immaginati dei mini mini crostini…quindi un poco sì ammolla a contatto con minestra, un poco rimane croccante

      stefano arturi

      15/03/2014 at 22:33

  4. capito ora! Todo claro. Non ci resta che comprare troppo pane… :-)

    martuzza

    16/03/2014 at 22:33

  5. un’amica calabra mi ha fatto assaggiare di tutto con il pan grattato, ed è magnifico. ora cerco…
    peres. questo http://aaaaccademiaaffamatiaffannati.blogspot.it/2009/02/pasticcio-di-zucca-e-formaggio.html o questo http://aaaaccademiaaffamatiaffannati.blogspot.it/2012/06/peperoni-calabri-con-pane-e-acciughe.html

    artemisia

    16/03/2014 at 22:33

  6. Uau. Che idea fantastica! :) Nell’insalata ci ho messo di tutto ma al pane grattato non ci avevo mai pensato, proverò per la pausa pranzo di domani. Ma prima lo fai tostare?

    Valentina

    17/03/2014 at 22:33

    • si… trattasi di pane tostato… preciso che secondo me queste idee non funzionano col pangrattato del super.. necessitano di pane grattato di carattere, di sostanza… io uso i rimasugli del mio pane, lo privo della crosta, quando vecchio (dopo tre, quattro giorni), lo spezzetto e lo passo al mixer, lasciandolo grossolano… poi lo faccio seccare in forno: lo metto in forno caldo (di fatto da me il forno è quasi sempre acceso), spengo il forno e lascio fino all’indomani.
      se ti fai schiscetta forse meglio aggiungerlo appena prima di azzannare direi…ste

      stefano arturi

      17/03/2014 at 22:33

      • Oh per carità, altro che pangrattato del super! Uso anche io il mio pane avanzato (anche qui il forno è sempre acceso, quelli della società elettrica se la spassano a spese mie :P) e ne ho giusto tagliato un bel pezzo stamattina pensavo di usarlo per le polpette ma adesso ho troppa curiosità di provare questa cosa dell’insalata, grazie :)

        Valentina

        17/03/2014 at 22:33

  7. […] funghi sott’olio e per rendere il tutto ancora più interessante ho seguito il consiglio di Stefano e ho aggiunto, al momento di mangiare, una bella spolverata del mio pane grattugiato […]


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Follow

Get every new post delivered to your Inbox.

Join 90 other followers

%d bloggers like this: